Lucio Battisti, IL PADRONE DEL TEMPO

Eccoci al secondo volume sul grande Lucio. Ci ho messo un po’ d’anima anch’io, come sempre e forse un pochino di più. Un lavoro minuzioso, attento, eseguito con Andrea Barbacane, l’Autore, in riflessioni profonde sull’interpretazioni della musica e dei testi del Nostro Caro Angelo, che ha vissuto un’evoluzione meravigliosa e inaspettata dopo la collaborazione con Mogol. Ogni testo, ogni nota, sono stati incastonati alla perfezione dalle dita di Lucio, abbiamo immaginato la difficoltà incontrata, abbiamo pensato a quanto studio e tempo ci abbia speso. La conclusione sono quei pezzi di rara bellezza che resteranno nel tempo, poiché lui, Lucio Battisti, ne è stato e ne è padrone, da qui il titolo: è stato capace di rendere il tempo suo amico e suddito, lo ha governato e ci si è adagiato dentro, come in una bolla accessibile solo a lui. Credo che questo libro accenderà molte risposte che gli appassionati non hanno mai trovato fino ad ora. Andrea ha cercato di darle, lo ha fatto bene, con la sua chiarezza e determinazione, senza timori né concetti trattenuti.

IL PADRONE DEL TEMPO merita molto, esattamente come IL GRANDE INGANNO, due parti che si uniscono e si completano, anche se ci sarà tanto ancora da dire.

-Il bellissimo dipinto in copertina è di Pino Torre-

Silvia Denti